G
i
o
v
a
n
n
a
L
a

M
a
e
s
t
r
a
 
Logo


E-mail: giovannalamaestra@tiscali.it

Docente in pensione di materie letterarie negli Istituti di Istruzione superiore.

Studi
9-12-1968 Laurea in Lettere moderne, conseguita presso l'Università degli Studi di Messina con una tesi in Letteratura Moderna e contemporanea sulla rivista letteraria "Solaria", con punti 110 e la lode e attestazione di attitudine per la ricerca scientifica;
31-5-1971 Abilitazione all'insegnamento di lingua e letteratura italiana, storia e geografia nelle scuole di istruzione secondaria di secondo grado;

Campi di interesse e attività
Tra il 1972 ed il 1975 - In qualità di docente di ruolo, in Toscana, ha partecipato a corsi di aggiornamento autogestito sul Teatro a Scuola, su Sviluppo e Sottosviluppo in Italia e sulla Didattica della Storia, con particolare attenzione alla Questione Meridionale, alla Tradizione orale e alle Storie di vita, maturando la decisione di ritornare nel Sud per mettere in pratica le competenze acquisite.

Dal 1976 al 1978 - Con la breve interruzione di un anno di assegnazione provvisoria a Messina, ha insegnato in Calabria a Villa San Giovanni e a Gioia Tauro, partecipando attivamente ad azioni di riqualificazione culturale e strutturale degli Istituti in cui insegnava.

Dal 1979 al 2000 ha scelto di insegnare nell'Istituto Professionale E. Fermi di Reggio Calabria, sede coordinata di Villa San Giovanni dove, rifacendosi alla pedagogia di Don Milani e alle tecniche di vita della Pedagogia Freinet, ha realizzato, insieme agli studenti, oltre a molti "libri di classe" tesi alla valorizzazione della produzione degli studenti e all'analisi della relazione esperienza rappresentazione, cultura dominante e lingua materna, le seguenti ricerche educative:

  • "Conoscere, riconoscere… la memoria e il tempo" (progetto e mostra di Educazione ambientale volta al recupero della memoria delle attività di filande e fabbriche ormai abbandonate, nell'ambito del Progetto "Narrare la scienza" promosso dal Ministero dell'Università e della ricerca scientifica e in collaborazione con l'Università della Calabria e l'Università di Firenze);
  • "Cerchiamo qualcosa che abbiamo già trovato"; "Vi libero la fronte dai ghiaccioli";
  • "Un fantasma che emerge dal passato";
  • "La scrittura come percorso di conoscenza" (mostra delle elaborazioni degli studenti nell'ambito della scrittura e della ricerca storica all'interno del Progetto "Vivere il Mediterraneo" e in collaborazione con il C.R.I.C. di Reggio Calabria e il Gruppo Territoriale M.C.E. di Villa San Giovanni);
  • "Dalla parte dell'educazione: il mutamento dei valori nelle ultime tre generazioni", nell'ambito del "Progetto Mezzogiorno" del C.N.R., in collaborazione con il Prof. Alberto Giasanti della Facoltà di Sociologia dell'Università di Messina e con altri esperti.
    Nello stesso Istituto
  • ha coordinato il progetto di Educazione Ambientale "Il corpo e l'abitare" volto al recupero della dispersione scolastica attraverso la progettazione e la riqualificazione partecipata degli spazi abbandonati e la ricerca interdisciplinare, in collaborazione con l' arch. Giuseppe Palanga dell'Università di Firenze;
  • ha collaborato alla realizzazione di diversi cortometraggi per il concorso "Vivere il Mare";
  • ha organizzato e, in qualità di formatrice dei docenti, condotto un Laboratorio contro la dispersione scolastica;
  • è stata la coordinatrice del gruppo di docenti che hanno dato vita al primo P.O.F d'Istituto;
  • ha organizzato e gestito dal punto di vista didattico e metodologico "Sette giorni di villaggio Globale" laboratorio stanziale di autoaggiornamento per i docenti, ricerca e sperimentazione con gli studenti a classi aperte, organizzato presso il Camping "Sing - Song" di Palmi.
  • È stata, insieme al Preside e ai colleghi proff. G. Ghittoni e S. Catanese, responsabile del Polo locale del Progetto "Narrare la scienza".

E' socia dell'Associazione "La Ragnatela" che ha attivato a Messina nel 1990 un centro socio-educativo per disabili.
Nell'ambito delle attività de LA RAGNATELA:

  • ha partecipato al progetto nazionale "SCUOLE ELEMENTARI VERDI PER ADULTI E BAMBINI" del Movimento di Cooperazione Educativa;
  • è responsabile, in collaborazione con il percussionista Angelo Tripodo, del Laboratorio di Educazione corporea nel quale, da anni ricerca e sperimenta intorno al rapporto corpo/mente, corpo/territorio, voce/tradizione;
  • è responsabile, con il percussionista Angelo Tripodo, del Laboratorio "Suono e Ritmo" per giovani e adulti anche portatori di handicap, un'attività di improvvisazione creativa;

Per La Ragnatela ha curato:

  • laboratori e Stage di Lettura e Scrittura creativa e corporea, con particolare attenzione al rapporto fra esperienza e rappresentazione
  • spettacoli musicali e teatrali, legati a stage e seminari di formazione sul rapporto fra lingua materna e Italiano, Corpo ed Educazione Ambientale, Corpo e Teatro, Voce e Movimento, Arte, Educazione e Terapia, Voce e Radici territoriali.
  • Dal 1998 fa parte del "Quintetto Suono & Ritmo" (insieme a Francesca Licata, Giuseppe Gentile, Angelo Tripodo, Giovanni Renzo) che si giova della collaborazione e della partecipazione di Paolo Fresu e che, nello stesso anno, ha partecipato al festival Time in Jazz di Berchidda, e nel 1999 ha inaugurato il Parco Letterario Stefano D'Arrigo con il concerto "Il mare" (musiche di G. Renzo) del quale è stato pubblicato il CD.
Ha fatto parte del Gruppo Nazionale di Educazione Corporea del Movimento di Cooperazione Educativa;
Ha fondato e coordinato, dal 1982 al 1989, il gruppo Territoriale calabrese del Movimento di Cooperazione Educativa;
Ha fatto parte, dal 1982 al 1987, della redazione di "Cooperazione Educativa", rivista del Movimento di Cooperazione Educativa per la quale, oltre a scrivere, ha curato il n° 10/11 1984 "A sud, da sud".

Ha partecipato come relatrice, animatrice o docente a convegni, seminari, progetti di ricerca, corsi di aggiornamento e formazione organizzati dal Comune di Messina, dall'Università di Messina, dalla Provincia di Ragusa e dal Comune di Modica, dalla "Fiera delle utopie concrete" di Città di Castello, dal Movimento di Cooperazione Educativa, dal CRIC, dal Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del territorio dell'Università di Firenze, dall'Associazione Mimesis e dall'Università di Verona, Dipartimento di Scienza dell'Educazione in collaborazione con la cattedra di Pedagogia speciale, dalla Sapienza di Roma per la Cattedra di Psicofisiologia.

È autrice del Cantu di Notti, libro e spettacolo teatrale nati all'interno dell'Associazione La Ragnatela, nell'ambito del Progetto Nazionale Scuole Verdi, e rappresentato, nel 1989 per la prima volta, all'incontro Nazionale del Gruppo Scuole Verdi, a Monforte San Giorgio (ME); in seguito, nel 1990, a Messina, nelle sede della Ragnatela, durante il seminario tenuto da Paul Le Bohec, collaboratore di Freinet. Nel 1991 a Messina, in occasione della Rassegna di giovani compositori dell'ultima generazione curata dall'Ars Musica e dall'Accademia Musica Nova; a Pentadattilo (RC) a sostegno del progetto di recupero del borgo antico; alla Fiera delle Utopie Concrete di Città di Castello. Nel 1992, alla Libreria Hobelix di Messina; nella Casa Laboratorio di Cenci, ad Amelia; nel Centro sociale Fata Morgana di Messina; al Giardino dei Ciliegi a Firenze; nel 2003, nella Casa del Con, a Messina per l'Associazione il Cantiere dell'InCanto e nei Magazzini del sale per Il Teatro dei Naviganti; a Verona per l'Associazione Mimesis al Liceo classico Maffei e all'Accademia di Belle Arti.

E' socia dell'Associazione "Educazione e Territorio" che gestisce, dal 1998, il L.E.A. (Laboratorio di Educazione Ambientale del Comune di Messina - Assessorato allo Sviluppo Economico).
Il L.E.A. fa parte della rete In.F.E.A. del Ministero dell'Ambiente.
Nell'ambito del L.E.A. ha partecipato ai seguenti progetti e iniziative di educazione ambientale e di ricerca azione:

  • E.R.I.C.A. (Educazione Ricerca Innovazione Cooperazione Ambiente) (1997) progetto biennale di educazione ambientale rivolto alle scuole superiori di Messina.
  • F.R.E.S.I.A (Formazione Ricerca Educazione Scuola Innovazione Ambiente)
  • "UTOPIE PER MESSINA" convegno di educazione ambientale (Marzo-Aprile 2001)
  • La città e l'utopia, mostra laboratorio per una rete di scuole ecosostenibili
Nell'ambito delle attività dell'associazione Educazione e Territorio ha collaborato alla realizzazione della Mostra laboratorio Fra alberi e fogli promossa dall'Assessorato all'Ambiente della Provincia regionale di Messina.

E' socia fondatrice dell'Associazione Il Cantiere dell'InCanto il cui obbiettivo statutario è l'educazione all'ascolto attraverso la realizzazione di eventi culturali, musicali e teatrali.

Tra i progetti in corso
Per l'anno 2004, per le Associazioni Il Cantiere dell'InCanto e La Ragnatela,

  • è la coordinatrice della Trilogia del bosco, un progetto di valorizzazione della Foresta di Camaro (ME) attraverso la comunicazione e diffusione di pratiche artistiche ed educative finalizzate all'integrazione globale di persone diversamente abili e alla creazione di una rete di collaborazioni fra Associazioni e Istituzioni radicate nel Territorio e con i musicisti P. Fresu e A. Giura Longo e il regista S. Minasi
  • ha collaborato alla realizzazione del DVD Trilogia del bosco
  • ha curato la realizzazione dello spettacolo laboratorio Le Troiane di Euripide, in collaborazione con Alessandra Giura Longo, Giovanna La Maestra, Carmen Panarello e il Laboratorio Creature di carta
Pubblicazioni
"Cantu di notti, il nostro teatro", 1991 Pungitopo, Marina di Patti, Messina;
"Dal respiro alla voce" (con A. Tripodo e A.M. Anastasi) e "La ricerca come intreccio" in "Attualità di Bruno Ciari" 1992, Fratelli La Terza, Bari;
"Il laboratorio: frammento di tempo e spazio nella storia" e "Il narrare e la città" in "Utopie per Messina, atti del convegno di educazione ambientale"(a cura di Isolina Vanadia) Messina 2001;
"Paradossi" in "F.R.E.S.I.A Formazione Ricerca Educazione Scuola Innovazione Ambiente" a cura di Silvana Broccio, Messina, 2002 La Grafica Editoriale;
"Oralità come ritmo, scrittura come mappa" in "La nave di Penelope", a cura di Amaranta Capelli e Franco Lorenzoni, Firenze 2002, Giunti gruppo editoriale;

In "Cooperazione Educativa", La Nuova Italia, Firenze:
n°. 3 - 1981 "Messina: conferenza provinciale sulla scuola"
n°. 1 - 1981 "Voi siete rossi"
n°. 3 - 1982 "Ancora dal Sud"
n°. 1 - 1983 "Insegnare a Sud"
n°. 3/4 - 1983 "Artigiani poeti all'Istituto Professionale"
n°. 6 - 1984 "Il passo indietro, intervista a G. Palombarini sull'educare"
n°. 10/11 -1984 "Silenzi"
n°. 3 - 1986 "La passione di stampare"
n°. 12 - 1987 "La solitudine della scuola"
n°. 6/7 - 1988 "Quando ti uccidono un alunno"
n°. 4 - 1990 "Scrivo perché"
n°. 12 - 1992 "La memoria e i segni"
n°. 3 - 1996 "Spazi e tempi per pensare, per agire"
n°. 1 - 2000 "Sguardi narranti - Virus e P.O.F"
n°. 4 - 2000 "Ho vissuto il mio mestiere"
In Cooperazione Educativa, Edizioni Junior Azzano San Paolo (BG)
n°. 3 - 2002 "Appunti per una recensione"